Passa ai contenuti principali

Gestire gli "scarti"

Io non butto mai niente, figuramoci se butto i pezzetti di metallo!!!

Il rame lavorato segue diversi passaggi e prende varie strade a seconda dell'obiettivo da raggiungere, e a seconda di ciò che,una volta finito vuole diventare.
Quindi il pezzo viene lavorato e esaminato per bene: a volte trova subito la sua collocazione, altre volte deve subire ancora vari passaggi, a volte entra e riesce dalla mitica scatola degli scarti. Anche la scatola degli scarti ha un suo perchè: ci sono i trucioli ovvero i ritagli di lavorazioni vaie e poi ci sono i pezzi messi da parte perchè.... mah non c'è neppure  un perchè..
Poi succede che a volte si decide di lavorare con i pezzi di scarto che così vengono rivalutati e a volte trovano la loro giusta collocazione.

E' proprio il caso di questi orecchini, del loro perno con incisione ad acido, rivalutati e abbinati a queste stupende pietre di calcedonio ci cui mi piace tutto: colore, forma, texture



Sul perno dell'orecchino ho messo una leggera patina argentata



A domani con le foto indossati e ne prossimi giorni nelle vetrine online.

Vi ricordo che SABATO  16 MAGGIO saremo
 a MONZA in VIA BERGAMO DALLE 16,00 ALLE 24,00 
PASSATE A TROVARCI!!!

Ciao Grazia








Commenti

  1. Wow: che meraviglia questo 'scarto'!
    Bella l'idea della scatola degli scarti....io ce li ho disseminati per tutta casa...
    ciao

    RispondiElimina
  2. Con il rame non c'è mai un vero "scarto", quello che non si può riutilizzare si fonde, non ti pare?!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per il tuo commento ^_^
Ricordati di spuntare il flag "ricevi notifiche" così potrai vedere la mia risposta al tuo commento.

Rispondo sempre a tutti anche via mail perciò se non ricevi una mia risposta verifica di non essere un "noreply-blogger".

Grazia

Post popolari in questo blog

Tutorial - rivestire una pallina di polistirolo

A grande richiesta vi lascio il tutorial per rivestire una pallina di polistirolo, ho usato delle stoffe natalizie perchè è una tecnica che si presta molto alla creazione di addobbi per l'albero di Natale... naturalmente si possono usare stoffe di diversi colori, secondo quello che volete creare:D

Occorrente:
Forma in polistirolo (pallina, uovo, cuore ecc)
Stoffe di diversi colori
Cutter piccolo
Limetta per unghie
Pennarello a punta fine
Nastrini vari in tinta
Forbicine ben affilate

Con il pennarello a punta fine disegnate sulla pallina 8 spicchi, più è piccolo lo spicchio più sarà facile rivestirlo

Con il cutter incidete il polistirolo dove avete tracciato le linee, la profondità deve essere di circa 0,5 mm


Prendete una delle stoffe che avete scelto usandola in sbieco così risulterà più elastica e meglio lavorabile


Con la limetta per unghie inserite la stoffa nelle incisioni che avete fatto con il cutter

Con una forbicina ben affilata ritagliate la stoffa in eccedenza


Con la lim…

Giochi d'Insieme

Latitanza, questa è la parola chiave del mese di gennaio.
Latitanza, infatti Facebook mi ricorda sempre che le 2435 persone che seguono la mia pagina non hanno mie notizie da un po' di tempo.
Latitanza, perchè il mese di gennaio è quello del respiro.

Dopo un trimestre prenatalizio molto molto intenso un po' di respiro è necessario. E' necessario rallentare, raccogliere le idee, fare il planning per il nuovo anno, trovare la carica giusta per ripartire.

In realtà la mia latitanza è solamente sui social perchè per il resto non ho mai smesso di lavorare. Sto lavorando in un modo nuovo per creare qualcosa di nuovo non tanto nel singolo quanto nell'insieme e da qui il tito "Giochi d'insieme".

Ai giochi d'insieme non sono arrivata attraverso grandi studi o grandi progetti, ma, come sempre mi accade, ci sono arrivata per caso anzi mi ci sono trovata un po' dentro. Credo che succeda quando si lavora prima con il cuore e poi con tutto il resto, quando si a…

Info post: aprire un negozio on-line Artesanum

Mi capita spesso di avere tra le mail delle richieste d'informazione per quanto riguarda i negozi on-line, negozi specifici per l'hand made, negozi che possono raccogliere le nostre creazioni destinate alla vendita. Questi negozi stanno spuntando come i funghi...vorremmo la ricetta magica del negozio che vende di più, beh quella non esiste ma con qualche accorgimento possiamo avere dalle nostre vetrine virtuali delle belle soddisfazioni.  Dunque dicevo che questi negozietti stanno spuntando come i funghi e la tentazione di aprirne tanti per avere sempre maggiore visibilità è davvero forte...

Ma.... Si c'è un ma: tenete conto che avere una vetrina on-line richiede tempo, perciò valutate bene quanto tempo avete da dedicare ad ogni vetrina. Ricordate che le nostre vetrine virtuali vanno trattate anche meglio di quelle reali, devono essere curate e tenute bene...ripulite e spolverate.  Ricordate che chi acquista on-line deve avere un'impressione ottima delle vostre creazioni, …