Passa ai contenuti principali

Metri di misura - orecchini spoons

Chi mi segue da un po' si ricorderà che lo scorso anno ho partecipato alla bellissima mostra di Artistar, mostra del gioiello artistico contemporaneo, con relativa pubblicazione del libro che raccoglie tutte le creazioni presenti alla mostra.
Leggendo il libro "tra le righe" e leggendo le presentazioni e descrizioni che gli altri artisti/creativi fanno delle loro creazioni mi sono accorta che non sono in grado di riconoscere nel gioiello altro che il suo aspetto esteriore legato al mi piace/lo indosserei, non mi piace/non lo indosserei...
Già forse per vedere nel gioiello la forza che rappresenta e descriverla a parole ci vuole una preparazione di base che io non ho...che forse maturerò o che forse rimarrà sepolta dentro di me. Mi è tornata in mente questa cosa un paio di settimane fa, nel corso della mostra dei cristalli di Boemia. Accanto a me, con il suo banchetto c'era Laura, una simpatica signora fiorentina creatrice di coloratissime perle di vetro e guardando questi orecchini ha dichiarato: "è tutto molto bello, ma questi sprigionano una forza ed un carattere indescrivibile"...

Faccio molta fatica ad interpretare questa frase, mi fido dell'esperienza e del parere artistico di una persona sicuramente preparata e nell'attesa di poter leggere dentro ai gioielli ve li presento gli orecchini in questione:

Una coppetta di rame forgiata a mano, martellata e rimartellata su superficie morbida fino ad ottenere questo effetto a "cucchiaino",

patina verde creata con i colori per il metallo

filo di rame spesso martellato e appiattito unito alla coppetta tramite rivetto.

filo di rame argentato attorcigliato per dare luce e movimento

monachella fatta a mano...

Non so se e  quale strana forza sprigionano....a me piacciono perchè li indosserei....

Tra qualche giorno nei negozi online

intanto se volete più info mandatemi una mail

notte
Grazia

Commenti

  1. Onestamente, credo che un gioiello vada giudicato soprattutto dal suo aspetto esteriore, dal fatto che sia un piacere indossarlo, che una donna si sente a suo agio, sente che quell'oggetto esprime la sua personalità, la rappresenta (e spesso il mio metro è proprio... io lo indosserei?)
    Il resto credo che possa benissimo esserci inconsapevolmente (ovvio che esprime altro, ogni gioiello ha la sua epoca e un contesto culturale in cui nasce) senza per forza esprimerlo filosoficamente. Mi piace darei giusto peso alle cose e la filosofia la lascio a cose più importanti, non alle mie creazione... quindi... sono perfettamente d'accordo con te.

    RispondiElimina
  2. concordo con quanto detto da Monica e anche io quando sono di fronte una nuova creazione mi faccio le vostre stesse domande tranne una....lo indosserei?non uso gioielli di nessun tipo...indosso solo la fede nunziale perché non amo i monili...buffo vero?creo gioielli che però non amo indossare!

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo con Monica, principalmente è il lato esteriore che ci colpisce, insomma anche io quando vedo un gioiello penso lo indosserei??? Poi ci sono delle meraviglie che restano tali, belle da vedere ma per me impensabile indossare, se devo dare un giudizio così i tuoi gioielli, oltre ad essere belli esteticamente sono anche portabili, e secondo me questo non guasta, molte volte il giudizio su di una creazione si può fermare alla sua semplicità!!! Ciao Elisa

    RispondiElimina
  4. E' tutta una questione di gusti, il gioiello per me deve poter essere indossato... bisogna sapersi dosare ;)
    Questi orecchini sono belli nella loro semplicità, adoro la patina (colori per metallo????)!

    RispondiElimina
  5. Anche io in genere penso se sarei in grado di indossare quel gioiello! A volte mi capita di pensare che qualcosa sembri davvero bellissimo, ma poi una volta addosso non sono a mio agio... quindi alla fin fine un po' è l'aspetto esteriore un po' è la percezione della "personalità", che però senti solo quando provi davvero.
    Questi orecchini sono splendidi, un bacione
    Babi

    RispondiElimina
  6. Concordo con tutto quanto detto fino ad ora!!!
    Anche io non uso gioielli se non gli stessi 3 anelli (da più di 20 anni) eppure mi piace crearne... e penso sempre lo metterei, non lo metterei?
    Anzi probabilmente lo penso a monte, prima di iniziare... il che non ha molto senso visto che non li creo per me... (°-°)
    Penso anche che un gioiello acquisti "forza" a seconda di chi lo indossa magari perchè ne completa in qualche modo la personalità.
    Comunque la si veda le tue creazioni sono sempre una bomba!!! ;)

    RispondiElimina
  7. Quando sento commentare un'opera d'arte da un professionista mi domando se esprime il suo pensiero o quello dell'artista. Quale significati e
    spiegazioni prevalgono una volta resa pubblica l'opera, quelli di chi guarda o di chi l'ha creata? Il paragone è un pò ambizioso ma vale anche per
    i nostri gioielli! La questione filosofica si pone eccome! Personalmente definisco "bello" un gioiello di cui apprezzo l'idea e la lavorazione anche se per i miei gusti non l'indosserei.

    RispondiElimina
  8. La preparazione di base io la vedo per altre cose,
    alcune persone filosofeggiano per sistema,
    altre sanno vende la sabbia agli abitanti del deserto............
    altri valutano per sensazioni.......
    personalmente mi piace "stare nel pezzo", sentirlo mio.......
    se anche gli altri hanno di queste sensazioni ok....altrimenti nulla di grave.
    Complimenti per le coppette
    Ciaoooo.

    RispondiElimina
  9. concordo con Aldina: Anche a me piace giudicare il gioiello per la capacità dell'artista. L'indossarlo o meno è poi un discorso diverso. E' come per i vini.... Nei miei corsi gli istruttori mi hanno insegnato che non bisogna dire "questo vino mi piace o non mi piace" ma elogiarne o meno i pregi e i difetti.
    Complimenti!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per il tuo commento ^_^
Ricordati di spuntare il flag "ricevi notifiche" così potrai vedere la mia risposta al tuo commento.

Rispondo sempre a tutti anche via mail perciò se non ricevi una mia risposta verifica di non essere un "noreply-blogger".

Grazia

Post popolari in questo blog

Tutorial - rivestire una pallina di polistirolo

A grande richiesta vi lascio il tutorial per rivestire una pallina di polistirolo, ho usato delle stoffe natalizie perchè è una tecnica che si presta molto alla creazione di addobbi per l'albero di Natale... naturalmente si possono usare stoffe di diversi colori, secondo quello che volete creare:D

Occorrente:
Forma in polistirolo (pallina, uovo, cuore ecc)
Stoffe di diversi colori
Cutter piccolo
Limetta per unghie
Pennarello a punta fine
Nastrini vari in tinta
Forbicine ben affilate

Con il pennarello a punta fine disegnate sulla pallina 8 spicchi, più è piccolo lo spicchio più sarà facile rivestirlo

Con il cutter incidete il polistirolo dove avete tracciato le linee, la profondità deve essere di circa 0,5 mm


Prendete una delle stoffe che avete scelto usandola in sbieco così risulterà più elastica e meglio lavorabile


Con la limetta per unghie inserite la stoffa nelle incisioni che avete fatto con il cutter

Con una forbicina ben affilata ritagliate la stoffa in eccedenza


Con la lim…

Giochi d'Insieme

Latitanza, questa è la parola chiave del mese di gennaio.
Latitanza, infatti Facebook mi ricorda sempre che le 2435 persone che seguono la mia pagina non hanno mie notizie da un po' di tempo.
Latitanza, perchè il mese di gennaio è quello del respiro.

Dopo un trimestre prenatalizio molto molto intenso un po' di respiro è necessario. E' necessario rallentare, raccogliere le idee, fare il planning per il nuovo anno, trovare la carica giusta per ripartire.

In realtà la mia latitanza è solamente sui social perchè per il resto non ho mai smesso di lavorare. Sto lavorando in un modo nuovo per creare qualcosa di nuovo non tanto nel singolo quanto nell'insieme e da qui il tito "Giochi d'insieme".

Ai giochi d'insieme non sono arrivata attraverso grandi studi o grandi progetti, ma, come sempre mi accade, ci sono arrivata per caso anzi mi ci sono trovata un po' dentro. Credo che succeda quando si lavora prima con il cuore e poi con tutto il resto, quando si a…

L'Insieme: Farfalle

Ci sono lavori che lasciano pure me così, un po' stupita, che mi fanno pensare a tutto il percorso fatto per arrivare fino a qui. Alla ricerca quasi certosina di quella perfezione ancora così lontana ma consapevole di essere ormai sulla strada giusta.
Ripenso alle millemila lame del seghetto rotte per arrivare a questo risultato, e guardo quella che uso ora che cambio solo perché è talmente usurata che non taglia più.
Guardo la mia farfalla e mi dico che, si, potrei anche prendere il volo.

Ma la collana non è sola, all'inizio dell'anno infatti vi avevo preannunciato l'arrivo delle Family o degli Insiemi ovvero creazioni che hanno lo stesso comune denominatore ma che si sviluppa su diversi gioielli una parure insomma o qualcosa di più.
Così alla collana si è aggiunto il bracciale in questo stile a schiava che mi piace tanto. Comodissimo da indossare e non togliere più Una piccola farfalla dalle sfumature rosa antico, e un castone con un piccolo quarzo rosa.
gli orecchini pe…