Passa ai contenuti principali

ciondolo

Il mio incontro con la foglia di Ginkgo è avvenuta via web, si ma non attraverso siti o trattati di botanica, bensì attraverso la ricerca di ciondoli. Esatto, ci sono una marea di ciondoli che hanno questa forma, credo che chiunque abbia creato gioielli e bijoux abbia provato a farne una: che si tratti di alta oreficeria o piccoli artigiani o hobbysti, credo che tutti abbiano la loro riproduzione di questa particolarissima foglia.
La sua forma a ventaglio, elegante e raffinata, la rende leggera e fresca e soprattutto la rende adatta a qualsiasi creazione.
Dalla sua scoperta alla sua realizzazione credo sia passata 1/2 giornata.
Ho studiato la forma, creato la sagoma su cartoncino e riportata sul metallo. Tagliata, levigata, patinata.
No ho avuto dubbi neppure sulle pietre da usare, sul loro colore, sulla catena, tutto è nato in estrema scioltezza.



La foglia usata come ciondolo e collegata alla catenina da un elemento in metallo argento* creato con semplice filo e avvolto su se stesso in una bella spirale.
Spirale che si ripete nel "corpo" della collana, la scelta dell'argento per creare un punto luce, per dare al tutto il giusto movimento.

Cipolline di ametista lavanda intervallate da una perlina di rame...

Cipolline ametista anche sulla chiusura in metallo argentato particolarmente curata che permette di indossare la collana in due combinazioni:
lunga e sbarazzina o in un elegante doppio giro.


A breve nei negozi on-line

Buona settimana
Grazia

*metallo argentato= rame bagnato in argento

Commenti

  1. Bellissima Grazia, originale ed elegante. Onestamente non la conoscevo questa foglia, che effettivamente è molto armoniosa. Complimenti e buona settimana.

    RispondiElimina
  2. E' vero questa folgia si vede spesso, il bello sta nel farla propria come hai fatto tu...

    RispondiElimina
  3. Molto bella e particolareggiata! grande Grazia!

    RispondiElimina
  4. Wowwwww! che forma particolare! Un ciondolo veramente diverso e particolare! !! Una meraviglia! !!

    RispondiElimina
  5. Bella versione di foglia di ginkgo Grazia, personalmente non la conosco in natura ma solo come ciondolo!

    RispondiElimina
  6. Una pianta stupenda, a Roma ci sono alberi spettacolari,
    belle in tutte le stagioni' .
    Adoro le foglie di Ginkgo, leggere eleganti sinuose.........
    mi piace anche il tuo cindolo.
    Un baciotto e buona settimana.
    Ciao bella

    RispondiElimina
  7. E' bellissima!! Sai, nelle prime due foto mi sembrava un po' scura, invece è proprio bella!!

    RispondiElimina
  8. Bellissima Grazia!! Adoro la forma della foglia di Ginkgo e tu l'hai riprodotta benissimo! Un bacio

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per il tuo commento ^_^
Ricordati di spuntare il flag "ricevi notifiche" così potrai vedere la mia risposta al tuo commento.

Rispondo sempre a tutti anche via mail perciò se non ricevi una mia risposta verifica di non essere un "noreply-blogger".

Grazia

Post popolari in questo blog

Tutorial - rivestire una pallina di polistirolo

A grande richiesta vi lascio il tutorial per rivestire una pallina di polistirolo, ho usato delle stoffe natalizie perchè è una tecnica che si presta molto alla creazione di addobbi per l'albero di Natale... naturalmente si possono usare stoffe di diversi colori, secondo quello che volete creare:D

Occorrente:
Forma in polistirolo (pallina, uovo, cuore ecc)
Stoffe di diversi colori
Cutter piccolo
Limetta per unghie
Pennarello a punta fine
Nastrini vari in tinta
Forbicine ben affilate

Con il pennarello a punta fine disegnate sulla pallina 8 spicchi, più è piccolo lo spicchio più sarà facile rivestirlo

Con il cutter incidete il polistirolo dove avete tracciato le linee, la profondità deve essere di circa 0,5 mm


Prendete una delle stoffe che avete scelto usandola in sbieco così risulterà più elastica e meglio lavorabile


Con la limetta per unghie inserite la stoffa nelle incisioni che avete fatto con il cutter

Con una forbicina ben affilata ritagliate la stoffa in eccedenza


Con la lim…

Giochi d'Insieme

Latitanza, questa è la parola chiave del mese di gennaio.
Latitanza, infatti Facebook mi ricorda sempre che le 2435 persone che seguono la mia pagina non hanno mie notizie da un po' di tempo.
Latitanza, perchè il mese di gennaio è quello del respiro.

Dopo un trimestre prenatalizio molto molto intenso un po' di respiro è necessario. E' necessario rallentare, raccogliere le idee, fare il planning per il nuovo anno, trovare la carica giusta per ripartire.

In realtà la mia latitanza è solamente sui social perchè per il resto non ho mai smesso di lavorare. Sto lavorando in un modo nuovo per creare qualcosa di nuovo non tanto nel singolo quanto nell'insieme e da qui il tito "Giochi d'insieme".

Ai giochi d'insieme non sono arrivata attraverso grandi studi o grandi progetti, ma, come sempre mi accade, ci sono arrivata per caso anzi mi ci sono trovata un po' dentro. Credo che succeda quando si lavora prima con il cuore e poi con tutto il resto, quando si a…

L'Insieme: Farfalle

Ci sono lavori che lasciano pure me così, un po' stupita, che mi fanno pensare a tutto il percorso fatto per arrivare fino a qui. Alla ricerca quasi certosina di quella perfezione ancora così lontana ma consapevole di essere ormai sulla strada giusta.
Ripenso alle millemila lame del seghetto rotte per arrivare a questo risultato, e guardo quella che uso ora che cambio solo perché è talmente usurata che non taglia più.
Guardo la mia farfalla e mi dico che, si, potrei anche prendere il volo.

Ma la collana non è sola, all'inizio dell'anno infatti vi avevo preannunciato l'arrivo delle Family o degli Insiemi ovvero creazioni che hanno lo stesso comune denominatore ma che si sviluppa su diversi gioielli una parure insomma o qualcosa di più.
Così alla collana si è aggiunto il bracciale in questo stile a schiava che mi piace tanto. Comodissimo da indossare e non togliere più Una piccola farfalla dalle sfumature rosa antico, e un castone con un piccolo quarzo rosa.
gli orecchini pe…