Passa ai contenuti principali

Iris

Avete presente quando si comincia un viaggio? Si legge, ci si documenta, si studiano i percorsi  e si parte  con la cartina in mano...ma quando ci si trova sul posto non sempre è come si era immaginato.
La stessa cosa è quando si sperimenta una nuova tecnica: si legge, ci si documenta, si studiano i vari percorsi ma scontrarsi con la realtà è sempre un po' diverso.
Così è cominciata la mia sperimentazione di etching e quandoho provato mi sono accorta che dovevo  prendere appunti, provare e riprovare fino a trovare le combinazioni perfette. Si perchè l'incisione non è solo immergere i pezzi nell'acido, ma vuol dire combinare le giuste dosi di elementi, avere il pennarello giusto, proteggere il retro dei pezzi. Se il tempo è troppo breve o l'acqua ossigenata troppo blanda l'incisione non viene. Se si lascia a bagno per troppo tempo nell'acido ferrico la parte in rilievo si sgretola e la superficie si rovina e poi quando si tolgono  i pezzi bisogna fermare l'azione dell'acido , altrimenti diventa tutto di un bel verde brillante... E infine quando i pezzi vengono tolti dall'acido hanno un colore... e allora via con la patinatura e la lucidatura.
E' per questo che mi piace spiegare il procedimento di lavorazione delle mie creazioni perchè chi le guarda capisca che dietro al prodotto finito c'è un grande lavoro e dietro a quello che viene mostrato qui sul blog c'è tutta una serie di successi ma anche di insuccessi che comunque ci spingono a migliorarci sempre.
Poi quando tutto coincide quando tempi-dosi-temperatura si combinano bene tra di loro ecco apparire delle meraviglie...

come questo girocollo che io adoro.

L'ho chiamato Iris non so se per il colore o per la forma (stilizzata) dei fiori in rilievo. E' lavorato con la tecnica dell'incisione ad acido (etching) ed ho voluto che il ciondolo fosse il punto focale del girocollo.
I quattro rivetti in alluminio non hanno una funzione di connessione ma sono solamente un abbellimento della piastrina e servono a dare luce e contrasto.
Luce e contrasto che ho richiamato con la chiusura creata anch'essa con filo di alluminio.

Ho aggiunto dei semplici mezzi cristalli sfaccettati marmorizzati e delle piccole gocce in due tonalità diverse di blu.
Per il resto tanto filo di rame che va a creare links ed asole e anellini ad 8.

Non è in vendita perchè con questa parteciperò ad un progetto....ops è presto non vi posso svelare ancora nulla...

Buona settimana
Grazia

Commenti

  1. originalissima e stupenda....bravissima.glo

    RispondiElimina
  2. Molto bella la collana! Ho provato anch'io tempo fa a fare l'ecthing e mi è successo quello che dici tu ossia i pezzi una volta tirati fuori sono diventati di un bel verde che non sono riuscita a togliere. Avevo già letto che si deve fermare l'azione corrosiva ma come si fa?

    RispondiElimina
  3. Bellissimo risultato!!!!Con la pazienza e tanto amore per le cose che fai riesci ad ottenere delle creazioni davvero molto belle!

    RispondiElimina
  4. Super original, precioso.
    Bss.

    RispondiElimina
  5. I tuoi abbinamenti sono sempre azzeccati! Le perle marmorizzate sono proprio belle!
    Vedrai che man mano ti approprierai anche di questa tecnica, che dà già bei risultati...;D

    RispondiElimina
  6. Che dire Grazia, sei una fonte inesauribile di meraviglie. Complimenti.

    RispondiElimina
  7. L'acidatura ti viene sempre meglio!
    Ma come fai a trovare tutti questi concorsi queste iniziative, io arrivo sempre quando è tardi!

    RispondiElimina
  8. Brava Grazia,
    se penso che quando ho proposto il tutorial avevi quasi paura di provare...
    complimenti per l'attenzione, sei sulla buona strada.
    Un baciotto e in bocca al lupo per il progetto a cui accenni.
    Ciaoooooo

    RispondiElimina
  9. Complimenti Grazia, è uno spettacolo.
    I colori mi piacciono un sacco!!!

    RispondiElimina
  10. Bravissima**
    Complimenti è proprio bello!
    Anche io vorrei provare ma ho troppe idee ultimamente, miu devo un po' contenere altrimenti non farei altro dalla mattina alla sera XD
    Un bacione :*

    RispondiElimina
  11. Bella!!! E grazie per la descrizione dell'etching: ci devo ancora provare (non c'è mai abbastanza tempo per tutto...) e pensavo fosse sufficiente beccare la combinazione giusta di quantità dei liquidi, ma invece allora è ancor più complicato...!

    RispondiElimina
  12. è davvero bellissima, brava che continui a sperimentare, io non ho + voglia e tempo di fare nulla sti giorni...
    mi piacciono moltissimo anche i mezzicristalli che hai usato, non li avevo mai visti fatti così.
    in bocca al lupo per il progetto top secret ;)

    RispondiElimina
  13. bel risultato Grazia, si il procedimento è un pò impegnativo (ed inquietante)
    ma ne vale la pena!

    RispondiElimina
  14. Il risultato è molto bello. Ci si impegna, ci vuole tanto tempo, ma quando si hanno questi risultati poi si è soddisfatti.
    Ciao Cristina

    RispondiElimina
  15. Mi piace leggere di come sei arrivata al risultato che tutte vediamo, la creazione di un bijoux non è facile come molti pensano e per un piccolo capolavoro che viene fuori dietro c'è sempre un lungo lavoro!!!!! Bellissima, nei colori, negli accostamenti e nei dettagli!! Ciao Elisa

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per il tuo commento ^_^
Ricordati di spuntare il flag "ricevi notifiche" così potrai vedere la mia risposta al tuo commento.

Rispondo sempre a tutti anche via mail perciò se non ricevi una mia risposta verifica di non essere un "noreply-blogger".

Grazia

Post popolari in questo blog

Tutorial - rivestire una pallina di polistirolo

A grande richiesta vi lascio il tutorial per rivestire una pallina di polistirolo, ho usato delle stoffe natalizie perchè è una tecnica che si presta molto alla creazione di addobbi per l'albero di Natale... naturalmente si possono usare stoffe di diversi colori, secondo quello che volete creare:D

Occorrente:
Forma in polistirolo (pallina, uovo, cuore ecc)
Stoffe di diversi colori
Cutter piccolo
Limetta per unghie
Pennarello a punta fine
Nastrini vari in tinta
Forbicine ben affilate

Con il pennarello a punta fine disegnate sulla pallina 8 spicchi, più è piccolo lo spicchio più sarà facile rivestirlo

Con il cutter incidete il polistirolo dove avete tracciato le linee, la profondità deve essere di circa 0,5 mm


Prendete una delle stoffe che avete scelto usandola in sbieco così risulterà più elastica e meglio lavorabile


Con la limetta per unghie inserite la stoffa nelle incisioni che avete fatto con il cutter

Con una forbicina ben affilata ritagliate la stoffa in eccedenza


Con la lim…

nuovo logo

Era da un po' di tempo che pensavo ad un cambiamento, ad un logo che fosse un logo vero, un logo mio, che mi rappresentasse. 
Ci sono cose che però vanno affidate a professionisti che ti guidano e ti consigliano nella scelta delle immagini e delle palette di colori. Ho deciso di lasciarmi guidare da Tatiana, @lagraficaleggera molto brava e disponibile, una vera professionista.
Lei ha ascoltato i miei racconti, ha preso nota di ciò che avevo in mente ed ha creato il mio logo scavando dentro di me cercando di captare il più possibile ciò che sono.
Mi piacerebbe descrivervi in modo profondo e pensato il sigificato della libellula, in realtà è solo la mia libellula, con tutte le sue imperfezioni, proprio quella della collana che qualcuno di voi ha amato e scelto per sé.
Abbiamo tenuto l'azzurro come base, il colore che da sempre accompagna MagikeMani e aggiunto il blu e l'oro. Il font è chiaro e ben definito.
Tutto è pronto, compreso il merchandising





Il nuovo logo lo vedete nell…

Giochi d'Insieme

Latitanza, questa è la parola chiave del mese di gennaio.
Latitanza, infatti Facebook mi ricorda sempre che le 2435 persone che seguono la mia pagina non hanno mie notizie da un po' di tempo.
Latitanza, perchè il mese di gennaio è quello del respiro.

Dopo un trimestre prenatalizio molto molto intenso un po' di respiro è necessario. E' necessario rallentare, raccogliere le idee, fare il planning per il nuovo anno, trovare la carica giusta per ripartire.

In realtà la mia latitanza è solamente sui social perchè per il resto non ho mai smesso di lavorare. Sto lavorando in un modo nuovo per creare qualcosa di nuovo non tanto nel singolo quanto nell'insieme e da qui il tito "Giochi d'insieme".

Ai giochi d'insieme non sono arrivata attraverso grandi studi o grandi progetti, ma, come sempre mi accade, ci sono arrivata per caso anzi mi ci sono trovata un po' dentro. Credo che succeda quando si lavora prima con il cuore e poi con tutto il resto, quando si a…