Passa ai contenuti principali

La Grazia...la Ila ed il portazucchero...

Questa è una storia un po' particolare, nata tra me e la Ilafabila  qualche settimana fa quando io ho postato il mio porta tè...lei in un commento mi diceva che si può fare anche un portazucchero... e a me è venuta subito un'idea..come potrebbe essere l'interpretazione di un portazucchero? Così ho fatto una proposta alla Ila ed è uscita questa specie di Sal a due...ognuna di noi avrebbe realizzato il suo portazucchero e l'avremmo postato nello stesso istante..
bottoncini e ricamini..il tutto chiuso da un lacetto in alcantara e penzolante una bustina di zucchero
Già ma cos'è un portazucchero e soprattutto a cosa serve? Viviamo in una società dove ci dicono di ridurre gli zuccheri;).... entrando nei bar ci sono montagne di zucchero...già e allora?
c'è spazio per tutto: bustine di vari tipi di zucchero e per il menarello che trova la sua collocazione nel cuoricino... 
Beh diciamo che noi siamo molto attente alle persone che ci sono vicine e quindi la nostra migliore amica potrebbe aver bisogno di un Dietor, magari al bar lo hanno finito....oppure alla macchinetta del caffè del lavoro finisce lo zucchero e voi togliete il vostro portazucchero pieno di bustine di zucchero raffinato...di canna...dolcificante... oppure potreste avere un improvviso calo di zuccheri ed un immediato bisogno di ingurgitare una bustina di zucchero...oppure...non so...
Va beh la vostra fantasia che sicuramente non ha limiti, troverà qualche altro buon motivo per portarsi appresso un portazucchero...
vista dall'alto
Ma se proprio non vogliamo usarla come portazucchero ecco alcuni suggerimenti...
cerottini, pastigliette e salviettine disinfettanti
un pronto soccorso da borsetta... per non farsi mancare mai niente...

carte, carte, carte...tutti a me fanno gli sconti?
un porta-numerosissime-carte-che-affollano-il-nostro-portafogli....
Adesso corro a vedere il portazucchero della Ila venite con me!
E' stato un bellissimo gioco  grazie Ila


Buona serata
Grazia
ps: praticamente bevo tutto amaro senza zucchero;)

Commenti

  1. E' bellissimo Grazia!
    E io, che addormentata come al solito, aspettavo una tua mail XD
    ... scusa..ho sforato di mezz'ora!!! :P
    Davvero sviluppata bene la tua idea..e soprattutto moooooooolto versatile!
    Peccato che il Natale sia passato, altrimenti erano Portazzucchero-e-quant'altro a iosa per tutti XD
    Bellissima bellissima bellissima iniziativa!
    E onorata di aver giocato con te :)

    RispondiElimina
  2. Beeeeelllllooooooooo... e ora vacdo a vedere quello di Ila... e cpnosco anche un nuovo blog così!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  3. Ciao, ho messo il tuo blog nei miei preferiti. Mi piace quello che fai e con il tuo permesso ti copierò qualcosa. Buona notte :-)

    RispondiElimina
  4. Ciao, che bello!!!! Poi è utilissimo per tantissime cose....carinissima l'idea di un bel progetto condiviso..ora vado a sbirciare l'altro!!!!! Buonanotte Elisa

    RispondiElimina
  5. Maddai che bello! Sono corsa anche a vedere che aveva combinato la Ila ... fantastica quest'idea della creazione-a-due! Io lo zucchero lo porto sempre con me: soffro di cali di pressione e se non ci fosse la mia fidata bustina non so come farei!!!
    Bellissima idea!
    A presto

    RispondiElimina
  6. che coppia zuccherosa... un'idea folle e bellissima!!!

    RispondiElimina
  7. Mi piace tantissimo questo....PORTATUTTO! :)
    Mi piace il colore del feltro e le cuciture colorate :)
    Io lo userei per le piccole medicine di emergenza che ho sempre con me e che inevitabilmente si perdono nel fondo nero della mia borsa :)
    Ciao ciao
    Mopo

    RispondiElimina
  8. Bellissima idea Grazia, il modo di utilazare questo porta.... tutto e geniale... !!!

    RispondiElimina
  9. bellissima idea quella del sal a due! Io però prendo tutto senza zucchero :) Comunque è davvero bellissimo per la sua versatilità! Ed ora corro a vedere quello di Ilafabila!

    RispondiElimina
  10. ah dimenticato, per me va benissimo, dal 20 si spedisce ;)

    RispondiElimina
  11. Ciao Grazia!

    Ma sei bravissima...
    Complimenti, le tue creazioni sono meravigliose.

    Grazie di essere iscritta al mio blog.

    Fer.

    RispondiElimina
  12. Ma che bellissima idea Grazia!! mi piace moltissimo!
    Buon pomeriggio
    Carmen

    RispondiElimina
  13. E' favoloso...sei originalissima, mi ci vorrebbe creare una cosa del genere per tutte le carte e cartine che ho nel portafoglio, poi io conservo di tutto...Brava è bellissimo! Complimenti
    Vanessa
    www.manistregate.blogspot.com

    RispondiElimina
  14. Ma che belllllllo! Mi piace un sacco, soprattutto perche' puo' essere usato anche per le molteplici carte... Mi piace tutto, forma, colori, chiusura... Brava! Iliana

    RispondiElimina
  15. Bellissimo! E molto simpatica l'idea di inventarlo e poi postarlo in simultanea con un'amica!

    RispondiElimina
  16. Bellissimoooo!!!
    Io avrei proprio bisogno un porta tessere: tra quelle dei vari supermercati, ikea, decathlon, biblioteca....ne ho millanta e mi ingolfano il portafoglio!!!

    Baciii
    Cri&Anna

    RispondiElimina
  17. grazie a tutte per i bellissimi commenti... sono contenta che il mio portatutto vi sia piaciuto, in effetti ho scoperto che creare questo tipo di oggetti in feltro mi piace molto... quanto al mini Sal con la Ila è stato davvero divertente e stimolante, credo che si possa rifare allargando il giro

    ciao a tutte
    notte
    Grazia

    RispondiElimina
  18. Anonimo2/03/2011

    Che super idea originale! Ed in effetti si presta ad avere molte possibili varianti nell'uso e nella forma. Bravissima Grazia!
    Antonietta.

    RispondiElimina
  19. Grazie Anto!!! E' per tutta la paccottiglia da borsetta:)
    ciao grazia

    RispondiElimina
  20. MA che carina questa pochette porta TUTTO!!!Mi piacciono i colori caldi che hai scelto!
    Si sà, noi donne abbiamo sempre bisogno di nuovi spazi per riporre tutto il nostro "ciarpame"!
    Brava!
    bacio!

    RispondiElimina
  21. Delizioso questo porta-zucchero-non-zucchero!!! ^_^ Mi piace sopratutto come porta medicine e cerottini da borsetta!! ^_^
    Un abbraccio
    Babi

    RispondiElimina
  22. @ciao Tiziana e grazie mille ho fatto un giro da te anche il tuo porta-appunti è bellissimo

    @Ciao Babi...vuoi mettere la scena con colleghi e amici che ti chiedono l'ennesima pastiglia per il mal di testa;)
    ciao Grazia

    RispondiElimina
  23. hihihi ma che bel portazucchero, portacard, portaemergenze... portatutto!! ;o))
    Mi piace un sacco... brava brava brava!!
    Baci e a presto
    Elisa

    RispondiElimina
  24. Strepitoso!!! Davvero bello!! E oserei pensare che si possano portere le bustine del te per i patiti della bevanda!! :D

    Bello davvero^^

    RispondiElimina
  25. Grazie Ely e grazie Titty... si diciamo che ce ne vorrebbero ...un tot nelle nostre borse:D
    Grazia

    RispondiElimina
  26. E' splendido questo porta zucchero/tessere/ecc!
    L'ho adorato appena l'ho visto! Mi piace il connubio di colori, l'organizzazione e ovviamente..il materiale usato!

    :) complimenti!!!

    RispondiElimina
  27. Grazie Valentina, grazie per la tua visita!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per il tuo commento ^_^
Ricordati di spuntare il flag "ricevi notifiche" così potrai vedere la mia risposta al tuo commento.

Rispondo sempre a tutti anche via mail perciò se non ricevi una mia risposta verifica di non essere un "noreply-blogger".

Grazia

Post popolari in questo blog

Tutorial - rivestire una pallina di polistirolo

A grande richiesta vi lascio il tutorial per rivestire una pallina di polistirolo, ho usato delle stoffe natalizie perchè è una tecnica che si presta molto alla creazione di addobbi per l'albero di Natale... naturalmente si possono usare stoffe di diversi colori, secondo quello che volete creare:D

Occorrente:
Forma in polistirolo (pallina, uovo, cuore ecc)
Stoffe di diversi colori
Cutter piccolo
Limetta per unghie
Pennarello a punta fine
Nastrini vari in tinta
Forbicine ben affilate

Con il pennarello a punta fine disegnate sulla pallina 8 spicchi, più è piccolo lo spicchio più sarà facile rivestirlo

Con il cutter incidete il polistirolo dove avete tracciato le linee, la profondità deve essere di circa 0,5 mm


Prendete una delle stoffe che avete scelto usandola in sbieco così risulterà più elastica e meglio lavorabile


Con la limetta per unghie inserite la stoffa nelle incisioni che avete fatto con il cutter

Con una forbicina ben affilata ritagliate la stoffa in eccedenza


Con la lim…

nuovo logo

Era da un po' di tempo che pensavo ad un cambiamento, ad un logo che fosse un logo vero, un logo mio, che mi rappresentasse. 
Ci sono cose che però vanno affidate a professionisti che ti guidano e ti consigliano nella scelta delle immagini e delle palette di colori. Ho deciso di lasciarmi guidare da Tatiana, @lagraficaleggera molto brava e disponibile, una vera professionista.
Lei ha ascoltato i miei racconti, ha preso nota di ciò che avevo in mente ed ha creato il mio logo scavando dentro di me cercando di captare il più possibile ciò che sono.
Mi piacerebbe descrivervi in modo profondo e pensato il sigificato della libellula, in realtà è solo la mia libellula, con tutte le sue imperfezioni, proprio quella della collana che qualcuno di voi ha amato e scelto per sé.
Abbiamo tenuto l'azzurro come base, il colore che da sempre accompagna MagikeMani e aggiunto il blu e l'oro. Il font è chiaro e ben definito.
Tutto è pronto, compreso il merchandising





Il nuovo logo lo vedete nell…

Giochi d'Insieme

Latitanza, questa è la parola chiave del mese di gennaio.
Latitanza, infatti Facebook mi ricorda sempre che le 2435 persone che seguono la mia pagina non hanno mie notizie da un po' di tempo.
Latitanza, perchè il mese di gennaio è quello del respiro.

Dopo un trimestre prenatalizio molto molto intenso un po' di respiro è necessario. E' necessario rallentare, raccogliere le idee, fare il planning per il nuovo anno, trovare la carica giusta per ripartire.

In realtà la mia latitanza è solamente sui social perchè per il resto non ho mai smesso di lavorare. Sto lavorando in un modo nuovo per creare qualcosa di nuovo non tanto nel singolo quanto nell'insieme e da qui il tito "Giochi d'insieme".

Ai giochi d'insieme non sono arrivata attraverso grandi studi o grandi progetti, ma, come sempre mi accade, ci sono arrivata per caso anzi mi ci sono trovata un po' dentro. Credo che succeda quando si lavora prima con il cuore e poi con tutto il resto, quando si a…