Passa ai contenuti principali

info post: ottone antico ottone moderno

Vorrei fare una precisazione: questi info post sono solo frutto della mia esperienza personale, fatta di ricerche, domande e pasticci,  quindi probabilmente ci sono anche metodi migliori....
Li ho chiamati "info post" perchè così, chi vuole ricercarli basta che inserisca la parola chiave di ricerca nel blog per ritrovare tutte insieme le info di cui ha bisogno.
Ultimamente l'ottone mi sta piacendo sempre più soprattutto se se tratta di ottone anticato che assume un bell'aspetto vintage, ma arrivare a dargli questo aspetto non è stato semplicissimo...in rete le informazioni, soprattutto quelle in italiano, sono poche e poi mi piacciono i metodi "casalinghi" e la ricerca non è stata semplicissima.
Il metodo n.1 per anticare i metalli quello che deve essere usato da tutte le persone allergiche a prodotti che emanano fumi è sicuramente quello della "cottura a fornello" e cioè si prende il pezzo di filo o di lamina e si passa sulla fiamma del fornello tenendolo con le pinze con i manici di plastica  e facendo molta attenzione: il metallo a contatto con il fuoco diventa rovente. Il filo così cotto assume un aspetto un po' più vissuto e perde un po' di lucidità, la lamina assume delle colorazioni stupende che vanno dal blu al verde smeraldo al fucsia ma rimane comunque un colore dorato.
ottone "naturale"
Altro sistema di anticatura decisamente più aggressivo è usare la candeggina. La prima prova è stata un vero disastro: il mio filo era un filo acquistato  nei negozi che vendono articoli per bigiotteria e quindi era un filo trattato con una particolare vernicetta che lo protegge dall' immediata ossidazione; per vedere se un filo ha questa pellicola protettiva basta scaldarlo sul fornello: se c'è la pellicola la fiamma diventerà di un bel colore verde brillante. Sembra che facendo bollire il filo per qualche minuto nell'acqua e sale questa pellicola si sciolga, sinceramente non l'ho provato ma pare che funzioni.
Dunque avevo questo filo e della candeggina di quelle profumate. Risultato il mio filo si è ricoperto di una patina ad effetto lichene e prendendolo in mano si spezzava.
Delusione...
Fino a quando qualche giorno fa Elisa ha postato la sua collana di un bell'ottone scuro e anticato...il segreto? Immergere il filo in candeggina; stavolta la candeggina è "classica" ed il filo di ottone acquistato nei negozi di bricolage senza pellicola ed il risultato? Fantastico!!!
Questa è la differenza tra il filo prima e dopo.

Basta mettere la matassina di filo in un recipiente e ricoprirlo tutto di candeggina. Fate bene attenzione che sia tutto immerso, le parti non coperte da candeggina rimarranno di un colore oro brillante. Io ho chiuso il contenitore per evitare l'effetto odore piscina. Potete controllare il grado di colorazione durante l'immersione, le mie sono rimaste a bagno circa due ore.

Il vantaggio è che potete scurire tutta la matassina ed averla a disposizione quando iniziate il lavoro.
Per la lamina il discorso è lo stesso
Effetto prima e dopo

Ricordatevi quando togliete il filo o la lamina dalla candeggina di sciacquare molto bene con acqua corrente ed asciugarli con un panno morbido.
La lamina così scura non mi piaceva molto allora l'ho passata con carta vetrata 1000 che è molto fine e guardate il risultato...

Ecco qui le differenze tra i vari metodi di anticatura  che ho provato:
1- candeggiato e scartavetrato
2- lamina cotta a fornello con delle bellissime sfumature fucsia
3- filo mm 1.5 cotto a fornello
Ringrazio Elisa per la precisa consulenza e se volete altre info su come anticare l'ottone leggete le info sui blog di queste amiche:
Cinzia (Sul filo della fantasia):  per una perfetta anticatura a fuoco
Barbara (FascinationStreet): un'altro metodo per anticare l'ottone soprattutto su oggetti finiti
Valeria  (Maglia & Chincaglie) per altre info candeggina & c.

Un grandissimo grazie a chi condivide le sue piccole o grandi scoperte con tutte noi

Buona settimana
Grazia


ps volete partecipare al Giveaway di Martina http://kairosgioielli.blogspot.com? Cliccate qui per tutte le info

Commenti

  1. L'ottone non l'ho mai provato e penso che aspetterò ancora un po', ma il tuo post è fantastico, semplice e chiaro. L'altro giorno ho visto anche il post di Elisa ma non mi sono soffermata a leggerlo. Ritornerò da lei e dalle altre che hai segnalato, nel momento che utilizzerò l'ottone.
    Ciao Buona Settimana.
    Elena

    RispondiElimina
  2. Info post utilissimo e chiarissimo! sai che non ho mai mai mai usato l'ottone? Incredibile! Mi fai venir voglia di tentare!

    RispondiElimina
  3. Ciao Grazia! Avevo provato tanto tempo fa ad usare la candeggina su di una vecchia catena argentata che aveva perso l'argento, presumo fosse d'ottone, e aveva preso un bel colore bronzo..buona giornata!
    Carmen

    RispondiElimina
  4. Ciao Grazia! l'ottone ha un fascino particolare...buon lavoro!

    RispondiElimina
  5. Mi piace in tutte le salse: nuovo, candeggiato, cotto sul fornello...bellissimo! ;-))

    RispondiElimina
  6. utilissimo post tesoro! anche io voglio provare a cimentarmi con l'ottone, quando avrò voglia^^!

    ps: grazie per aver condiviso il mio giveaway**!

    RispondiElimina
  7. Wow, Grazia utlissimo!!!
    Appena ho tra le mani un pezzetto di lamina mi lancio subito a provare!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao Grazia. Ti ringrazio per l'utilissimo post, in effetti il rame e l'ottone mi affascinano parecchio, però al momento ho sempre usato solo il rame per alcune mie creazioni, proprio perchè il colore dell'ottone in sè, mi lasciava un pò perplessa. Non sapevo di questi metodi di anticatura, che proverò sicuramente.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  9. Brava brava bravissimaaaaa!!!!!!
    L'ottone mi piace assai.
    Non sopporto il colore vero finto oro.... e per questo motivo faccio di tutto x "spegnerlo".
    Foto chiarissime...
    spiegazione very profesiional.....
    molto carino e corretto il riferimento alle "invecchiatrici".
    Un bacio, grazie e ancora complimenti.
    Cinzia

    RispondiElimina
  10. Fico!!! ci proverò sicuramente... grazie mille per la dritta :D

    RispondiElimina
  11. Certo che quando fai un post tu...tutta un'altra cosa, molto esauriente, grazie per la citazione!!! pensa che anch'io ho provato ad anticare l'ottone per bigiotteria...ed è uscito verdognolo!!! Pensa che alla ferramenta vicino casa non ne hanno più l'ho preso tutto io!!!!! Un abbraccio Elisa

    RispondiElimina
  12. ... questo post me lo ero perso... interessante!

    RispondiElimina
  13. interessante, stavo cercando un metodo casalingo per scurire le cerniere nuove per un vecchio mobile, proverò questo :)
    grazie

    RispondiElimina
  14. Grazie!! Sapessi quanto tempo è che cerco di mettere insieme tutte queste preziose informazioni!! Complimenti anche per le creazioni che sono così ....semplicemente...CHIC♥

    RispondiElimina
  15. Complimenti x il blog..!

    Uffi ma non ha funzionato (candeggina non di marca..?!).. ho provato dei bulloni e rondelle in ottone (lucido).. ma niente dopo 3ore.. le ha appena schiarite.. e non brunite (effetto bronzo-rame ) che cercavo..!!!!!!!' help...... :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per il tuo commento ^_^
Ricordati di spuntare il flag "ricevi notifiche" così potrai vedere la mia risposta al tuo commento.

Rispondo sempre a tutti anche via mail perciò se non ricevi una mia risposta verifica di non essere un "noreply-blogger".

Grazia

Post popolari in questo blog

Tutorial - rivestire una pallina di polistirolo

A grande richiesta vi lascio il tutorial per rivestire una pallina di polistirolo, ho usato delle stoffe natalizie perchè è una tecnica che si presta molto alla creazione di addobbi per l'albero di Natale... naturalmente si possono usare stoffe di diversi colori, secondo quello che volete creare:D

Occorrente:
Forma in polistirolo (pallina, uovo, cuore ecc)
Stoffe di diversi colori
Cutter piccolo
Limetta per unghie
Pennarello a punta fine
Nastrini vari in tinta
Forbicine ben affilate

Con il pennarello a punta fine disegnate sulla pallina 8 spicchi, più è piccolo lo spicchio più sarà facile rivestirlo

Con il cutter incidete il polistirolo dove avete tracciato le linee, la profondità deve essere di circa 0,5 mm


Prendete una delle stoffe che avete scelto usandola in sbieco così risulterà più elastica e meglio lavorabile


Con la limetta per unghie inserite la stoffa nelle incisioni che avete fatto con il cutter

Con una forbicina ben affilata ritagliate la stoffa in eccedenza


Con la lim…

infopost - spedire online

Prendo spunto da una discussione nata oggi su Facebook per parlarvi di una cosa che sta molto a cuore di chi spedisce le proprie creazioni (e non solo) online.



E' compito di chi spedisce trovare soluzioni che offrono la migliore garanzia nel rapporto/qualità prezzo.
E' compito di chi acquista lasciarsi guidare nella scelta della spedizione migliore. La posta prioritaria costa meno (non poco, meno) ma sappiamo che non dà nessuna tracciatura.

Si sa, le spese di spedizione, incidono parecchio sul costo finale dell'acquisto ma purtroppo non ne possiamo fare a meno. Come scegliere allora quella più adatta alle nostre esigenze?

Se spedite oggetti piccoli (vedi bigiotteria) o oggetti leggeri potete affidarvi alle Poste Italiane. Non prendo in considerazione la posta prioritaria, anche se devo dire che, per quanto mi riguarda è sempre arrivato tutto a destinazione e  integro
Molto affidabile è invece la raccomandata 1 se spedite la mattina  arriva a destino il giorno dopo (due gi…

info post: acquistare componenti per bijoux

Mi capita spesso di ricevere mail di amiche che chiedono informazioni su dove acquistare componenti per creare bijoux. Sono mail che fanno sempre piacere: se la gente mi chiede informazioni vuol dire che apprezza quello che faccio e il modo in cui lo presento...ma si dai delle piccole soddisfazioni...
Questa sera vorrei parlarvi dei miei "fornitori" ufficiali per creare bijoux quelli dove io acquisto i miei componenti. Acquistare "dal vivo" perle e catene da davvero molte soddisfazioni, poter toccare con mano ed ammirare da vicino i magnifici colori delle pietre è molto gratificante, ma a volte si rendono necessari acquisti su Internet che magari sono economicamente più vantaggiosi ed offrono una scelta maggiore e poi gli acquisti su Internet si rendono necessari se si ha la sfortuna  fortuna di abitare fuori dai grandi centri urbani.
Sicuramente ce ne sono molti su Internet, magari anche migliori di quelli che vi elenco sotto, ma questi sono quelli che preferisco,…